Smartphone 2024: le novità più attese da Samsung, Apple e Xiaomi

_________________

2023: Boom Telefoni Ricondizionati

2023: Boom Telefoni Ricondizionati

2023: Boom Telefoni Ricondizionati

Il settore degli smartphone ricondizionati sta registrando una notevole espansione, con un crescente numero di consumatori che preferisce dispositivi usati rispetto all’acquisto di nuovi. Aumenta anche il numero di aziende dedite a riportare in vita questi telefoni, così come produttori e operatori di telefonia mobile che incoraggiano gli acquirenti a scambiare i loro dispositivi usati al momento dell’acquisto di un modello più recente.

Il 2022 ha visto la spedizione di oltre 282 milioni di smartphone usati e ricondizionati, registrando un aumento dell’11,5% rispetto ai 253,4 milioni del 2021, secondo le stime di IDC. La previsione è di raggiungere 413,3 milioni di unità nel 2026, con un tasso di crescita annuale composto del 10,3% dal 2021 al 2026.

fonte: https://www.idc.com/getdoc.jsp?containerId=prUS51804924

Questo fenomeno è motivato da diversi fattori, sia economici che etici. Da un lato, i consumatori vedono nei dispositivi ricondizionati un modo per risparmiare notevolmente sull’acquisto di smartphone che offrono ancora prestazioni e qualità competitive. Dall’altro lato, c’è una crescente consapevolezza ambientale tra gli acquirenti, che preferiscono scelte sostenibili per ridurre gli sprechi, fenomeno noto come “tech decluttering”.

Dal punto di vista dei produttori e degli operatori, c’è un interesse economico nell’incoraggiare la permuta di smartphone. Gli operatori offrono spesso la permuta come parte di offerte legate a piani tariffari per i nuovi dispositivi, garantendo sia al cliente un risparmio considerevole che al gestore un legame contrattuale a lungo termine.

Le imprese specializzate in dispositivi ricondizionati acquistano all’ingrosso telefoni da operatori e produttori, li ripuliscono, li rinnovano e li classificano, per poi rivenderli a grossisti o direttamente al dettaglio attraverso piattaforme online. Questa pratica consente agli acquirenti di accedere a dispositivi ricondizionati con uno sconto significativo rispetto ai nuovi, generalmente compreso tra il 20% e il 30%, offrendo comunque alle aziende un margine di profitto tra il 10% e il 15%.

Anche i produttori, come Apple, traggono vantaggio da questo mercato, in quanto possono generare profitti attraverso i servizi anche se l’utente sceglie un iPhone usato anziché uno nuovo. In definitiva, il mercato degli smartphone ricondizionati beneficia sia degli acquirenti che delle aziende coinvolte.

Per restare sempre aggiornati segui il nostro Blog ed i nostri Social.

Articoli Recenti

Hai Problemi con il tuo Pc, Mac, Tablet, Smartphone?

Contattaci Ora!

One Response

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *